mercoledì 11 novembre 2015

La difesa di Marquez aumenta l'antipatia per Honda

"Dopo la gara di Moto Gp a Valencia, il comportamento durante la gara di Marquez e le dichiarazioni di Valentino Rossi, l’89% dei contenuti on line sul marchio Honda è negativo. Lo dice una ricerca effettuata da Reputation Manager, che ha monitorato tali contenuti per rilevare come l’ultima gara del motomondiale abbia influito sul marchio.
Le accuse rivolte da Valentino Rossi a Marc Marquez, come si legge nel comunicato stampa, hanno avuto un impatto molto negativo non solo sull’avversario spagnolo, ma anche su Honda. Se fino a ottobre 2015 la reputazione on line godeva di una percezione ottima (con l’87% dei contenuti positivi), dopo la gara di Valencia il marchio è stato bersagliato da commenti negativi, accuse, e proposte di boicottaggio..."
Sono d'accordo. Se Honda HRC fosse stato un team 'serio', avrebbe dovuto punire immediatamente Marc Marquez, perchè comportamento antisportivo, esibito ed arrogante, non si era mai visto in una competizione motociclistica.
Honda è grande, potente. Non tremerà certo per questo, ovviamente, ma visto che è anche la Passione per le due ruote, qualche volta, a guidare le scelte di qualche motociclista, beh, sono contento se perderà qualche infinitesimale punto percentuale delle proprie vendite.
E lo dico pensando al mio acquisto: ho comprato il Crosstourer perchè cercavo una moto affidabile, dopo che un paio di moto scelte 'per passione' mi avevano fatto perdere tempo, soldi e la voglia di continuare a regalare soldi alla Piaggio... il Crosstourer non mi ha deluso, anzi. Così come mi sto trovando molto bene con la concessionaria vicina a casa (che poi ci si va solo una volta ogni 12.000 chilometri, per il tagliando)... ma, mi domando, la prossima volta, non è che verrà voglia anche a me di dare i miei quattrini a qualcun altro?  :-D

lunedì 9 novembre 2015

Ennesima puntata per i Tafazziani Italiani

Fassina è il vero esempio del tafazzismo della sinistra italiana... tagliarsi i coglioni per fare dispetto alla moglie (è un detto romagnolo... molto chiaro in proposito: pur di punire il PD, troppo al centro, eccolo pronto a votare per la destra grillina). 
Ed ecco, quindi, la nuova Sinistra Italiana... nuova? O piuttosto la solita armata Brancaleone che toglierà qualche punto al PD, aiutando così Grillo e Salvini?
Complimentoni, quindi a lui e a quei sinistrati orgogliosi di far vincere gli sfascisti (perchè, diciamocelo, Grilleggio sono l'altra faccia della destra sfascista e antidemocratica), d'altronde gli esempi sono chiari e facili da ricordare...
Niente di nuovo. Bertinotti, Vendola, Ferrando, Ferrero hanno già da tempo mostrato la strada distruggendo l'Ulivo e facendo cadere il governo Prodi , ed ora gli emuli cercano di lasciare anche il loro piccolo segno nella storia.
Purtroppo questo è il nostro Paese. Imbalsamato, bloccato, dove appena si cerca di riformare qualcosa, perche certi tempi e certi immobilismi non sono più permessi, se si vuole competere in un mondo globalizzato, accorrono subito i plotoni e le armate dei 'Non così, però'...
E gli anni passano, con un bicameralismo lentissimo e bloccato da una legge elettorale criminale (ereditata da Calderoli e Berlusconi) che rende ingovernabile il Paese, con tempi lunghissimi della Giustizia, con decine di migliaia di piccolissimi Comuni che non si possono toccare per stupido campanilismo, con strade e infrastrutture che per rinnovarle o costruirle ci vogliono decenni tra pratiche e ricorsi.
E la nostra bella Sinistra Italiana, in questo, ci gode, perchè è bello sbandierare i rossi vessilli tra scioperi e manifestazioni. E molto più bello e facile che governare, fare scelte (certe volte anche dolorose) che però sono indispensabili per far andare avanti l'Italia. Perchè i posti di lavoro si difendono garantendo COMPETITIVITA' al nostro tessuto produttivo, non con i convegni, le manifestazioni e le proteste di piazza.
Bah :-(

domenica 8 novembre 2015

8 novembre... e in Appennino sembra ancora estate

Anzichè stare davanti alla TV per vedere il circo starnazzante della MotoGP, molto meglio godersi una splendida giornata di sole, con la propria moto, a zonzo per l'Appennino vestito con i colori di novembre ma con la temperatura di maggio :-)
Le strade sono quelle di sempre: le splendide curve che portano al Passo del Muraglione, dove c'è il solito motoraduno spontaneo di ogni fine settimana, poi il Passo della Consuma, per una meravigliosa schiacciata con i funghi allo Chalet Il Valico... ed il Passo della Calla, con fermata obbligatoria all'Alpen Bar anche se è già chiuso (e questo inverno, probabilmente, ci saranno i necessari ed attesi lavori di ammodernamento e ristrutturazione... arrivederci a primavera, Cristian!).
E allora ecco qualche foto di questa strana domenica di novembre... le altre, come sempre, sono qui su Flickr